Categoria: linguaggio nella campagna

Il Bestiario Fantastico del SI

Ormai da alcune settimane i sostenitori del SI al referendum costituzionale sul taglio della rappresentanza parlamentare hanno smesso di tacere e – spaventati dalla crescita di consensi del NO – si sono scatenati con le motivazioni più varie, comunque tutte riassumibili in poche categorie caratterizzanti, che passo a descrivere in ordine rigorosamente casuale… I Giacobini. […]

Luca Morisi e il decoro della consulenza politica

Niccolò Machiavelli quando ha inviato in dono “Il Principe” a Lorenzo de Medici (non il Magnifico, l’altro) stava cercando un lavoro. Era a casa sfaccendato, desiderava ritornare nel cuore degli avvenimenti e quindi pensò di mettere il proprio talento e la propria conoscenza dei sottili meccanismi della Politica a disposizione del giovanissimo nipote del Magnifico, […]

Il Capitano nel suo labirinto

Grande Inverno ha tenuto e gli Estranei non hanno sfondato. Si sprecano le metafore nelle ultime ore e questo testimonia l’importanza nazionale della competizione in Emilia Romagna e la profondità di una sconfitta che Matteo Salvini è andato a cercarsi volontariamente e della quale è il principale artefice. Se non ricordo male, il primo fu […]

Oggi senza Twitter un leader politico diventa irrilevante

Grazie alla sua immediatezza, alla possibilità di conversare in modo diretto i decision maker e di individuare i temi caldi e il relativo posizionamento dell’opinione pubblica, è diventato social d’eccellenza per le campagne elettorali. Sono stati 3 milioni i tweet su argomenti politici in Italia durante gli ultimi 10 giorni della campagna elettorale per le […]